Incubi alla bolognese

le leggende urbane di Bonvi in mostra in Piazza coperta

Incubi alla bolognese, come le tagliatelle. E perché "alla bolognese"? Forse per sottolineare un che di incubi alla buona, di quelli che possono venire dopo una cena un po' abbondante, con gli amici, nella solita trattoria. Incubi provinciali, insomma. Provinciale, sì; il provinciale di una generazione (solo una?) che si è nutrita per anni di un certo tipo di miti, di simboli, di musica, di eroi, tanto che poi li ha digeriti, e sanamente (provincialmente) ci ha anche continuamente giocato sopra.
Francesco Guccini


Inaugura il 15 dicembre alle 18.30 nella Piazza coperta di Biblioteca Salaborsa la mostra Incubi alla Bolognese. Leggende urbane di Bonvi, un progetto di Sofia Bonvicini per conto degli Eredi Bonvicini con la collaborazione dell'esperto Claudio Varetto, realizzato grazie al sostegno del Comune di Bologna e all'organizzazione di Hamelin Associazione culturale, in occasione dei venti anni dalla scomparsa di Franco Bonvicini (1941 - 1995), in arte Bonvi, l'indimenticato cartoonist di fama internazionale, autore delle celebri Sturmtruppen che, grazie a Mondadori, tornano in edicola e libreria.

L'inaugurazione viene preceduta alle 17 da un incontro in Auditorium Enzo Biagi con esperti e amici del cartoonist, tra cui il regista Guido De Maria, autore con Bonvi di Nick Carter, il direttore dell'Accademia di Belle Arti Enrico Fornaroli e l'esperto Claudio Varetto, co-curatore della mostra insieme all'architetto Sofia Bonvicini.


La mostra è uno dei progetti speciali che il Comune di Bologna dedica ai protagonisti della cultura contemporanea che hanno un legame con la città. Bonvi infatti, modenese di nascita, trovò in Bologna la città della maturità artistica e la ritrasse con il suo stile grottesco e originale in molte delle sue tavole. Qui tra l'altro venne eletto Consigliere Comunale negli anni '80 e, in una fredda notte del dicembre 1995, morì investito da un'auto. Per la prima volta saranno esposti in esclusiva alcuni dei più interessanti lavori che fanno parte dal vasto archivio lasciato dal fumettista. In particolare si potranno vedere allestite le tavole della serie Incubi di provincia, differenti storie paradossali percorse tutte da una vena surreale e pubblicate in tempi diversi dal 1968 in poi, e le successive Leggende urbane, tra gli ultimi racconti realizzati dall'autore.


Il protagonista di queste graphic novel è quasi sempre lui, Bonvi, o meglio la sua rappresentazione fumettistica, che lo vede biondo e aitante giovanotto alle prese con improbabili avventure ambientate in una città notturna, in cui non si fatica a riconoscere la 'sua' Bologna, con i portici, e le notti bolognesi cantate tante volte dall'amico Francesco Guccini.

Innovativa ed esclusiva per i contenuti, per la scelta del materiale artistico, per la location di prestigio che si colloca proprio nel cuore della città, per il design del percorso e per i materiali utilizzati, la mostra Incubi alla bolognese è uno degli eventi promossi dal Comune di Bologna in occasione delle festività natalizie.


E' possibile visitare
Incubi alla bolognese fino al 31 gennaio negli orari di apertura di Salaborsa.



Dove:

Piazza coperta

Quando:

mar15 12 2015ore 10:00
mer16 12 2015ore 10:00
gio17 12 2015ore 10:00
ven18 12 2015ore 10:00
sab19 12 2015ore 10:00
dom20 12 2015ore 15:00
mar22 12 2015ore 10:00
mer23 12 2015ore 10:00
gio24 12 2015ore 10:00
mar29 12 2015ore 10:00
mer30 12 2015ore 10:00
gio31 12 2015ore 10:00
mar05 01 2016ore 10:00
gio07 01 2016ore 10:00
ven08 01 2016ore 10:00
sab09 01 2016ore 10:00
dom10 01 2016ore 15:00
mar12 01 2016ore 10:00
mer13 01 2016ore 10:00
gio14 01 2016ore 10:00
ven15 01 2016ore 10:00
sab16 01 2016ore 10:00
dom17 01 2016ore 15:00
mar19 01 2016ore 10:00
mer20 01 2016ore 10:00
gio21 01 2016ore 10:00
ven22 01 2016ore 10:00
sab23 01 2016ore 10:00
dom24 01 2016ore 15:00
mar26 01 2016ore 10:00
mer27 01 2016ore 10:00
gio28 01 2016ore 10:00
ven29 01 2016ore 10:00
sab30 01 2016ore 10:00
dom31 01 2016ore 15:00

Collegamenti: