Concetto Pozzati per il compleanno di Biblioteca Salaborsa

13 dicembre 2002, primo compleanno della biblioteca

Concetto Pozzati per Sala Borsa.
Bologna ha la sua nuova biblioteca e il suo nuovo manifesto.
"Il pittore è burattinaio" è il titolo del quadro che il pittore Concetto Pozzati ha realizzato per festeggiare il compleanno di Sala Borsa.

EDITORIALE
Primo compleanno di Sala Borsa e primo numero della Newsletter, un nuovo strumento per comunicare ed essere più vicini ai nostri lettori, al nostro pubblico, alla città. Il successo che ci ha accompagnato in questi mesi è stato una importante conferma per il nostro progetto, ma i risultati ottenuti non ci impediscono di andare avanti con altre scelte, iniziative e nuovi servizi.
Questo primo numero vuole essere un'anteprima di cosa accadrà in Sala Borsa fra dicembre e febbraio, ma soprattutto vuole essere un biglietto da visita per farci conoscere da tutta la città. Abbiamo in programma di continuare questo dialogo con i lettori con un piano editoriale di sei numeri nel 2003.
Ci auguriamo che l'iniziativa incontri il vostro favore e vi rinnovi l'abitudine di “passare in Sala Borsa”.

UN ANNO DI APERTURA
Molti mesi e molti lettori fa, la piazza coperta accoglieva i primi visitatori curiosi di conoscere e utilizzare gli spazi e i servizi della nuova biblioteca della città.
Dopo un lungo percorso di idee, progetti, interventi architettonici, programmi di valorizzazione degli scavi, il 13 dicembre 2001 Sala Borsa ha incontrato dopo molti anni il pubblico bolognese, offrendo all'interno dei suoi suggestivi spazi opportunità di accesso a tutti ed alle più diverse informazioni.
L'allargamento delle iscrizioni gratuite a tutti i residenti nella provincia di Bologna, agli studenti ed ai lavoratori fuori sede, ha sicuramente contribuito ad aumentare il numero dei nostri lettori.
Le postazioni libere di internet a Collamarini, il prestito di materiali multimediali a Scuderie, le iniziative di ascolto e lettura alla Biblioteca Ragazzi, hanno consolidato l'entusiasmo iniziale.
Allo scadere del nostro primo anniversario, possiamo dire che è stato un anno di grandi soddisfazioni. Il numero delle presenze e dei lettori iscritti è costantemente in aumento e si è instaurata un'abitudine a “passare in Sala Borsa” che conferma la qualità del lavoro svolto.
Molto è stato fatto, soprattutto sul fronte dei servizi, con il prolungamento dell'orario di apertura settimanale fino alle 21,30, l'autoprestito a Scuderie, l'iscrizione online estesa anche alla Biblioteca Ragazzi, l'attivazione del servizio di reference “Chiedilo al bibliotecario” a Collamarini per la richiesta di dati, ricerche e repertori.
Una mostra in Piazza coperta racconta a tutti la storia di Sala Borsa attraverso i secoli.
In collaborazione con altri istituti e associazioni abbiamo organizzato incontri, conferenze e visite guidate. Ma non si esaurisce certo qui il desiderio di migliorare l'offerta culturale alla città.
Per festeggiare il compleanno di Sala Borsa il pittore Concetto Pozzati ha realizzato un'opera che la biblioteca produrrà come manifesto per Bologna e i suoi cittadini.


Array.fileTitle

Collegamenti: