visite agli scavi archeologici di Salaborsa

un itinerario nel cuore e nel centro della città, attraverso secoli di storia

La visita agli scavi archeologici presenti sotto pavimento di cristallo della piazza coperta di Salaborsa consente di ripercorrere varie epoche della città attraverso alcuni importanti reperti: la basilica civile dell'antica Bononia, le corti medievali, il viridario e l'orto botanico rinascimentale.

Scheda storica

Gli scavi sono liberamente visitabili nei giorni e orari indicati qui.
E' gradita un'offerta libera a favore della biblioteca.

I singoli visitatori che desiderano effettuare una visita guidata agli scavi possono prenotarne una di quelle in calendario tenute dai bibliotecari: tutti i dettagli qui.

 

La visita da parte di gruppi deve essere concordata con la biblioteca, che la concede o la rifiuta in considerazione di altre richieste già accolte per la medesima data e della necessità di consentire anche ai privati visitatori l'accesso agli scavi: lo spazio infatti, per ragioni di sicurezza, non può contenere più di 20 persone contemporaneamente. I gruppi ricevono con l'autorizzazione un numero di riferimento che devono fornire al momento dell'ingresso. La ragione di queste limitazioni risiede nella delicatezza dello spazio, da cui discende l'obbligo di garantirne la conservazione e la sicurezza del pubblico che vi accede, con l'obiettivo di garantire in modo equo ad una pluralità di soggetti.

 

Le associazioni o le guide turistiche che vogliano tenere visite guidate agli scavi di Salaborsa devono scrivere una mail alla dott.ssa Renata Curina della Soprintendenza ai Beni Archeologici dell'Emilia Romagna, renata.curina@beniculturali.it e alla biblioteca nella persona di Cinzia Masi: cinzia.masi@comune.bologna.it.



Array.fileTitle

Collegamenti: