Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1919

XVI Congresso Nazionale del Partito Socialista

Dal 5 all'8 ottobre si tiene al teatro comunale di Bologna il XVI Congresso Nazionale del Partito Socialista, che vede prevalere l'ala massimalista di Giacinto Menotti Serrati con 47.966 voti, contro i 14.935 dei riformisti di Costantino Lazzari e i 3.350 dei comunisti di Amedeo Bordiga. La direzione del partito risulta interamente composta di massimalisti: il romagnolo Nicola Bombacci è eletto segretario. Ripudiata la tradizione del gradualismo riformista, viene lanciata la parola d'ordine "Fare come Lenin in Russia" e proposta l'adesione del PSI alla Terza Internazionale filosovietica. E' inoltre adottato lo stesso simbolo del partito bolscevico: falce e martello circondati da spighe di grano. La violenza è accettata come mezzo di lotta politica: si deve "spingere il Proletariato alla conquista violenta del potere politico ed economico", che dovrà essere affidato interamente ai Consigli degli operai e dei contadini. In una lettera da Mosca, Lenin si congratula per la "brillante vittoria del comunismo". Nicola Bombacci (1879-1945), ex seminarista ed ex maestro elementare di Civitella, diventerà comunista dopo la scissione del 1921. Sarà espulso dal PC nel 1927 e aderirà al fascismo nel 1933, convinto della capacità del Regime di assicurare il trionfo della giustizia sociale, suo "sogno ardente" della giovinezza. Seguirà l'amico Mussolini fino all'ultimo e con lui verrà fucilato a Dongo il 28 aprile 1945.

Fonti della notizia:

consulta

Approfondimenti:

Pietro Alberghi, Il fascismo in Emilia Romagna. Dalle origini alla marcia su Roma, Modena, Mucchi, 1989, pp. 72-73
Luigi Arbizzani, Sguardi sull'ultimo secolo. Bologna e la sua provincia, 1859-1961, Bologna, Galileo, 1961, p. 137
Cento e venti anni di storia socialista, 1892-2012, a cura di Gennaro Acquaviva, Luigi Covatta, Angelo Molaioli, Firenze, Polistampa, 2012, p. 184, 234
Dal Santerno al Panaro. Bologna e i comuni della provincia nella storia nell'arte e nella tradizione, a cura e coordinamento di Cesare Bianchi, Bologna, Proposta edizioni, stampa 1987, vol. I, p. 79
I grandi di Romagna. Repertorio alfabetico dei romagnoli illustri dall'Unità d'Italia ad oggi, a cura di Mauro Tedeschini, Bologna, Poligrafici editoriale, 1990, pp. 31-32 (N. Bombacci)
Adler Raffaelli, Guerra e liberazione: Romagna 1943-1945, Bologna, Editcomp, 1995, vol. 1: Storiografia, p. 61 (N. Bombacci)
Angelo Tasca, Nascita e avvento del fascismo, a cura di Sergio Soave, Scandicci, La nuova Italia, 1995, p. 140

Internet:

Vladimir Lenin, Ai Compagni Italiani (1919) http://www.marxists.org/...9/italiani/italiani.htm
CGIL I Centenari – Cronologia http://www.centenari.it
Cronologia d'Italia http://www.alterhistory.altervista.org