La Cina sullo scaffale

dai classici alla narrativa moderna, un assaggio di quel che puoi leggere in cinese in Salaborsa

Non è un caso che siano stati i cinesi a scoprire che l'essenza di tutto è l'equilibrio fra gli opposti, fra lo yin e lo yang, fra il sole e la luna, la luce e l'ombra, il maschio e la femmina, l'acqua e il fuoco. È nell'armonia fra le diversità che il mondo si regge, si riproduce, sta in tensione, vive.
Tiziano Terzani, Un indovino mi disse, Milano, TEA, 2008

 

La sezione SCHI di Salaborsa raccoglie tanti titoli tra saggi e romanzi scritti in lingua cinese. Non solo i classici, dai mistici alle poesie Tang, ma anche vademecum su cucina e autoterapia, i libri più rappresentativi della letteratura cinese del XX secolo e i classici italiani - Ariosto, Calvino, etc - tradotti.

Il menu qui accanto raccoglie solo alcuni suggerimenti dei bibliotecari: chi vuole cercare da sè può interrogare il catalogo digitando nel campo Ricerca Libera la sequenza SCHI.

Oltre alla sezione in cinese, in Salaborsa sono disponibili al prestito diversi materiali in altre lingue non europee: il bengali, l'urdu, il rumeno, il polacco, il russo, l'albanese, il giapponese, l'arabo. Qui c'è una piccola panoramica per chi vuole prendere in prestito materiali nella propria lingua.

 Proposte della biblioteca